Coibentazione canna fumaria camino


Uno degli accessori più apprezzati nelle abitazioni è sicuramente il caminetto, oltre ad essere una ottima fonte di riscaldamento è anche un elemento di arredo e dicendola tutta per molte persone è una compagnia, il calore della fiamma viva generata dalla legna che arde ha il suo fascino, molte volte per vari motivi questo può diventare uno dei peggior nemici in quanto presente dei difetti di installazione che possono causare un malfunzionamento come il mancato tiraggio dei fumi con conseguente fuoriuscita dalla bocca del camino.Il 90% delle volte il problema risiede nella errata installazione della canna fumaria, quindi approfondiamo tutte le varie situazioni o punti di domanda che possono aiutare o risolvere tale problema.

Inclinazione canna fumaria

Uno degli errori più comuni che garantisce il cattivo funzionamento del tiraggio di un caminetto è sicuramente l’inclinazione della canna fumaria, come descritto in tutti i manuali di montaggio, per norma la canna fumaria per funzionare correttamente non deve mai avere angoli di raccordo superiore ai 45° altrimenti la fuoriuscita dei fumi non è fluida e viene “strozzato” l’effetto del tiraggio, inoltre meno interruzioni ci sono alla linearità della canna maggiore sarà il tiraggio; nel caso in cui un tecnico voglia montare la canna fumaria con angoli superiore ai 45° bisogna fermarlo assolutamente.


Coibentazione canna fumaria esterna in acciaio inox

Quando si utilizza una canna fumaria esterna composta da raccordi in acciaio inox è importante che questa venga coibentata a dovere per evitare il raffreddamento delle parti con conseguente diminuzione del tiraggio, il fatto che la canna fumaria in acciaio sia esterna la espone in maniera costante alle intemperie ed alle gelate con conseguente pericolo di raffreddamento. Nel caso in cui non si possa procedere con una coibentazione muraria della canna fumaria si può procedere in due maniere, la prima è quella di sostituire i tubi in acciaio monoparete con tubi a doppia parete con all’interno uno strato di lana di roccia che è perfetto per isolare le alte fonti di calore. Come seconda possibilità si può coibentare la canna fumaria in acciaio inox monoparete  acquistando dei rotoli di lana di roccia da2 cm massimo di spessore ed avvolgerli alla canna fumaria già esistente.

Coibentazione canna fumaria interna

Quando la canna fumaria è posizionata internamente si deve procedere con una coibentazione delle parti murarie che compongono la canna fumaria, inoltre è sempre consigliabile utilizzare la lana di roccia come ulteriore coibentante, quando la canna fumaria è interna è importante che questa abbia una linearità nel suo percorso di uscita verso l’esterno. Inoltre bisogna creare una sorta di camera d’aria per far si che la canna fumaria non sia troppo “affogata” e possa avere anche un punto in cui entri aria in modo da aumentare il tiraggio, il materiale utilizzabile per le canne fumarie interne è il conglomerato cementizio oppure il refrattario.

Isolamento Termico All posts
Nuovo presidente ANPE

Nuovo presidente ANPE Isolamento termico

ANPE Assemblea e rinnovo cariche sociali , eletto il nuovo Presidente Si è svolta a ...