Definizione ponti termici e cosa sono


I ponti termici sono punti della costruzione in cui si manifestano flussi termici più rapidi rispetto alle parti circostanti e che provocano scambi di calore maggiore, questa una possibile definizione di uno dei problemi più comuni delle strutture abitative, i ponti termici. Le problematiche che si manifestano quando c’è la presenza di ponti termici in una abitazione sono molteplici, in inverno si ha una dispersione di calore dall’interno verso l’esterno, quindi consumi maggiori per il riscaldamento, nella stagione estiva si importa calore dall’esterno verso l’interno, quindi maggiori consumi elettrici; inoltre i ponti termici provocando perdite di calore possono provocare un abbassamento di temperatura della superficie interna con la conseguente creazione di condense superficiali o muffe.

Ponti termici, come evitarli o eliminarli

Per evitare il manifestarsi dei ponti termici bisogna coibentare in maniera perfetta le parti sporgenti di un edificio, quali balconi in calcestruzzo, pilastri di congiunzione in cemento armato o travi in generale. Inoltre bisogna evitare in qualsiasi modo l’interruzione dell’isolamento, in questi punti si vanno a creare i ponti termici, quindo bisogna controllare, mediante una termocamera,  che la temperatura interna in tutto l’edificio sia al di sopra di quella di rugiada, è molto probabile che in corrispondenza dei ponti termici la temperatura sia minore dei valori limiti.

Possibili soluzioni:

- Cappotto termico esterno

- Cappotto termico interno

- Isolamento delle intercapedini

Isolamento Termico All posts
Nuovo presidente ANPE

Nuovo presidente ANPE Isolamento termico

ANPE Assemblea e rinnovo cariche sociali , eletto il nuovo Presidente Si è svolta a ...