Detrazioni fiscali 2017 proroga per risparmio energetico e ristrutturazioni edilizie


Con il Decreto Legge varato lo scorso 23 Dicembre (Legge di Stabilità 2017) si confermano le detrazioni fiscali del 65% per tutti coloro che effettueranno interventi di efficienza energetica alla propria abitazione, cerchiamo di approfondire per comprendere le differenze sostanziali rispetto alla vecchia manovra. La prima variabile positiva è sicuramente quella legata agli interventi riguardanti i condomini, infatti per questa tipologia nel nuovo decreto sono state stabilite aliquote più alte che variano in funzione della tipologia di intervento e del risultato ottenuto, con una soglia massima del 75% di incentivazione. Per quanto riguarda gli interventi di efficientamento energetico dei singoli appartamenti vediamo quali tipologie rientrano nel benefit del 65% di incentivazione:

- coibentazione ed isolamento pareti

- sostituzione finestre con nuove tipologia ad alta efficienza

- pannelli solari termici

- sostituzione vecchia caldaia con un modello nuovo a condensazione

- pompe di calore ed impianti geotermici

- impianti di riscaldamento a biomassa

- domotica


Come usufruire degli incentivi risparmio energetico

Dal fronte dell’iter burocratico per ottenere le Detrazioni Fiscali sul risparmio energetico non ci sono grandi novità, il pagamento dell’intervento va effettuato mediante bonifico ed il rimborso viene scaglionato in 10 Anni con rate costanti del medesimo importo, è fondamentale avere tutta la documentazione inerente il lavoro onde evitare problemi in caso di possibili controlli. Gli interventi possono essere effettuati su qualsiasi unità immobiliare già esistente, per certificare l’esistenza dell’unità basta essere muniti di un certificato catastale o in alternativa può andar bene anche la ricevuta dell’imposta comunale ICI, questo passaggio è importante in quanto è specificato nella norma che unità in corso di costruzione non rientrano nel pacchetto delle agevolazioni fiscali.

Chi può usufruire degli incentivi sul risparmio energetico?

Per quanto concerne le entità che possono usufruire di tali agevolazioni in questa ottica sono ammesse tutte le persone fisiche, tutti coloro che percepiscono un reddito d’impresa (professionisti o società), tra le persone fisiche hanno diritto ad usufruire degli incentivi anche chi ha diritti sull’immobile e tutte le persone che hanno un immobile in comodato d’uso; infine sono ammessi ad ottenere gli incentivi anche coloro che convivono con il proprietario dell’immobile basta che sia comprovata la partecipazione economica alle spese dell’intervento.

Incentivi ristrutturazione edilizia 2017

Per gli incentivi riguardanti le ristrutturazioni edilizie resta tutto invariato, la soglia del 50% viene confermata e la scadenza prolungata fino a dicembre 2017, questi incentivi sono applicabili a molti interventi anche di risparmio energetico come installazione di condizionatori di nuova generazione oppure di impianti fotovoltaici, infine su tutti gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria realizzati in ambito residenziale viene applicata una aliquota iva del 10%.

Efficienza Energetica All posts