Umidità condensa, un problema da risolvere alla fretta


L’umidità di condensa è uno delle problematiche più diffuse nelle abitazione, un fenomeno che sorge soprattutto in presenza di alcune situazioni del microclima interno alla casa, una di queste situazioni è rappresentata dal veloce cambiamento di temperatura.

Da cosa può dipendere, il veloce cambiamento di temperatura?

In precedenza abbiamo per l’appunto accennato che l’umidità da condensa può crearsi in seguito ad un brusco e veloce cambiamento di temperatura, scopriamone assieme i motivi:

• Isolamento termico: quando tale requisito è del tutto insufficiente, i problemi sono tanti, ecco perché occorre affidarsi ad esperti, da sempre in grado di offrire soluzioni ottimali;

• Infissi vecchi: si sa, con il passare del tempo, tali strutture possono andare incontro ad invecchiamento, colpendo anche le guarnizioni, motivo per cui, non mancheranno affatto tutte quelle fastidiose correnti d’aria;

• I ponti termici: rappresentano uno dei problemi più noti e verso i quali si cerca sempre di fare grande attenzione, soprattutto in quei punti con esposizione a Nord;

• Ventilazione: in alcuni frangenti non ci sono proprio le condizioni giuste per un ricambio d’aria ottimale, ecco dunque che una scarsa ventilazione può essere significativa;

• Materiali non adatti: a volte per risparmiare si opta per i materiali non traspiranti; tra questi possiamo metterci le pitture, oppure i rivestimenti, insomma, tutte soluzioni che non consentono, all’umidità presente nelle pareti, di disperdersi verso l’esterno.


Altro nemico numero uno per la formazione di umidità di condensa è senza dubbio il vapore acqueo, ma non tutti sanno come si forma e da dove proviene, cerchiamo di fare chiarezza:

• Dalla Stanza: ebbene si, ogni nostro ambiente presenta una determinata predisposizione all’umidità, questo è un chiaro elemento di partenza;

• Respirazione: tutti lo facciamo, ogni essere vivente respira, di conseguenza l’unione di più respiri genera una condizione particolare, tale da creare vapore acqueo;

• Cucina: molto spesso si utilizzano soluzioni in grado di evitare tali problematiche, ma in un ambiente del genere, tutto è estremamente naturale, soprattutto quando l’acqua bolle;

• Bagno: in questo caso, ad esempio, facciamo riferimento alla doccia, immagina dunque di utilizzare a lungo dell’acqua calda, si otterrà una saturazione di umidità non indifferente.

 

Come accorgersi dei fenomeni di condensa e come si forma?

Come tutti i fenomeni legati al microclima, non mancano affatto alcune manifestazioni del loro arrivo, infatti, tra le più ricorrenti troviamo ad esempio la comparsa di muffa, la cui particolarità è proprio nella colorazione che risulta essere un mix tra il verde ed il nero.Altri fenomeni che dovrebbero destare grande attenzione, sono rappresentati dalla costante perdita di intonaco, così come anche dal danneggiamento di oggetti in legno e non si fa solo riferimento ai mobili, ma anche ad infissi e travi.Condensa e muffa sono problematiche che recano grandi danni all’involucro abitativo e non solo, la loro azione corrosiva nel tempo può danneggiare pareti ed intonaci, battiscopa, infissi in legno e tante altre parti di casa che sono soggette a tale fenomeno. Oltre ai danni strutturali l’umidità di condensa e la muffa vanno a colpire la salute delle persone, infatti batteri ed altre micro forme di organismi che si annidano in queste aree possono creare problemi alle vie respiratorie anche ad adulti e bambini, creando o favorendo determinate patologie.

Ma le muffe dove si formano?

Senza dubbio tali manifestazioni le troveremo in quei punti che sono più soggetti all’umidità, come ad esempio in direzione di ponti termici, oppure dove sono stati installati gli infissi, così come anche in cucina oppure nei bagni, specialmente negli angoli delle pareti oppure tra le fughe delle piastrelle, l’aspetto fondamentale è la tempestività nel contrastare il fenomeno effettuando un sopralluogo delle aree o ambienti dove si presenta il problema e cercare di individuare la problematica che scaturisce il fenomeno.

Condensa soluzioni di progettazione per ridurre l’umidità da condensa

In precedenza abbiamo avuto modo di capire quali sono effettivamente le cause di un fenomeno così importante come l’umidità condensa, ma non abbiamo ancora parlato del come combatterlo al meglio, magari facendo affidamento a chi realmente è in grado di offrire un lavoro effettuato a regola d’arte.

E’ possibile intervenire principalmente in tre modi per risolve il problema dell’umidità di condensa:

• Bonifica: interveniamo dunque con estrema precisione, solo ed esclusivamente in quegli ambienti in cui noteremo la comparsa di questo fenomeno, applicando delle pitture impermeabili al vapore com le tempere

• Alla radice: questo significa che prima di tutto si dovrà effettuare uno studio per capire quali siano le cause scatenanti, poi in un secondo momento si lavorerà per eliminarle definitivamente o comunque contrastarle nel migliore dei modi, come la sostituzione degli infissi che può essere un accorgimento importante

• Prevenzione: un fattore che in molti dimenticano o verso il quale non pongono la giusta attenzione, ma gli accorgimenti non devono mancare, soprattutto in fase di progettazione.

Una cosa è sicura, il primo intervento in assoluto dev’essere quello di andare a favorire una maggiore ventilazione di ogni ambiente della abitazione, questo rappresenta l’elemento chiave per contrastare tale fenomeno, altre buone soluzioni potrebbero essere anche acquistare un deumidificatore, considerando che il mercato offre ampia scelta, in maniera da compensare ed equilibrare il rapporto tra acqua ed aria; infine se il problema persiste bisogna far intervenire un esperto che vada a lavorare sulla struttura.

Isolamento Termico All posts
Nuovo presidente ANPE

Nuovo presidente ANPE Isolamento termico

ANPE Assemblea e rinnovo cariche sociali , eletto il nuovo Presidente Si è svolta a ...