Umidità risalita come risolvere il problema


Quando si parla di umidità risalita si fa riferimento ad un fenomeno che in tanti riscontrano nella propria abitazione, è un fenomeno che si presenta tipicamente in locali presenti a piano terra, garage oppure taverne e le cause sembrano essere differenti da caso a caso; ma hanno tutte un unico denominatore comune un difetto strutturale nell’abitazione che fa scaturire il fenomeno.
Tanto per cominciare uno dei motivi principali dell’umidità di risalita è senza dubbio quello dell’acqua, che trovandosi nel sottosuolo, riesce a penetrare attraverso le mura specialmente quelle interne, approfittando proprio della composizione dei materiali stessi, che assorbono tutto e generano il fenomeno.


Ma il fenomeno dell’umidità di risalita cosa comporta?

In primis le murature diventano più fragili, iniziano a comparire le prime macchie dovute a questo fastidioso processo di deflagrazione dei materiali di costruzione della parete, gli effetti possono variare in base ai materiali colpiti ed alla loro porosità.
Inoltre è importante sapere che l’umidità di risalita conosce rimedi nonostante la sua complessità, anche un fenomeno di questo tipo può arrecare grossi danni alle infrastrutture infatti la problematica non si ferma solo agli aloni superficiali ma anche un ad progressivo distacco dell’intonaco con relativa comparsa dei mattoni, in questi frangenti è importante affidarsi ad un esperto del settore, per cercare di capire e scoprire da dove è originato il fenomeno ma ancora di più attuare un giusto piano d’intervento; infine è importante sapere che il fenomeno dell’umidità non ha valenza prettamente strutturale ma ha anche problematiche che si riflettono sul confort abitativo.

Quali sono i danni di umidità di risalita?

I danni effettivamente colpiscono soprattutto le pareti, portando il più delle volte a fenomeni distruttivi, andando ad intaccare il laterizio, così come anche gli intonaci e le malte, portando persino ad una progressiva riduzione dell’isolamento termico. Grandi problemi sono dovuti anche ad un aumento dell’umidità, ecco dunque che l’umidita di risalita porta alla comparsa di muffe e problemi alla pavimentazione; un fenomeno del genere va trattato e contrastato sin da subito quando si presentano i primi sintomi effettuando una accurata diagnosi tecnico strutturale, altrimenti con il passare del tempo e con l’accentuarsi del problema i costi di riparazione sono destinati a lievitare inesorabilmente.

Come abbiamo già accennato in precedenza, tantissimi elementi vanno incontro ad un fenomeno di degrado, che principalmente può essere di ben 2 tipologie differenti, vale a dire:

• Degrado chimico;
• Degrado fisico.

Nel primo caso, l’umidità risalita si caratterizza per la comparsa di fenomeni corrosivi ed ossidativi, mentre nella seconda tipologia, si verificano fenomeni di dilatazione e cristallizzazione, portando ad una distruzione dell’elemento colpito.Un professionista esperto del settore sa come interpretare le prime manifestazioni di questo fastidioso fenomeno, in altri frangenti, si può tendere a banalizzare, ma tutti sanno che la scelta migliore è quella di intervenire tempestivamente, proprio per evitare che la situazione possa peggiorare.

Umidità di risalita soluzioni definitive da adottare

Quando si parla di soluzioni per contrastare ed eliminare l’umidità di risalita, bisogna sapere che queste possono variare da situazione a situazione, ma generalmente, il primo pensiero è quello di andare a bloccare tale fenomeno, inserendo un elemento estraneo all’interno del muro stesso.
Può sembrare una banalità, ma a volte potrebbe funzionare, mentre, in altri frangenti non porterà ai risultati sperati, semplicemente perché la situazione è già in parte compromessa, motivo per cui sarà importante studiare al meglio lo scenario e puntare su soluzioni alternative.

Soluzione più gettonate per l’umidità di risalita:

• Creazione di una barriera chimica;
• Studio e realizzazione di una barriera meccanica;
• Si applicano elettrodi che riescono ad annullare la forza di risalita dell’acqua.

Come già detto in precedenza gli interventi variano in base alla situazione stessa, quindi mai commettere l’errore di scegliere una soluzione senza una analisi e senza considerare realmente quale sia l’entità del danno; inoltre a variare saranno anche i materiali utilizzati per intervenire in modo ottimale e di conseguenza il tutto andrà ad incidere sul budget per effettuare l’intervento.

Barriera chimica umidità di risalita

Una delle tecniche più utilizzate ed apprezzate dal mercato per risolvere il problema dell’umidità di risalita o umidità ascendente è quella della barriera chimica che agisce creando nella parete una barriera impermeabile che ferma il fenomeno. Il punto di forza dell’utilizzo della barriera chimica è che agisce su quasi tutte le tipologie di pareti, che sia tufo, pietre, mattoni o calcestruzzo il prodotto penetra nel materiale primario dei muri e si diffonde generando un fenomeno di polimerizzazione che dura nel tempo.
Sul mercato sono presenti in commercio dei kit barriera chimica in sacche che hanno un rilascio graduale e lento del prodotto, il kit è composto dalle sacche da 2 lt con regolatore dosaggio, connettori per il collegamento, tappi di chiusura e tubicino per diffondere il prodotto nella parete. L’applicazione di questo kit è molto semplice, si realizzando dei fori nella parete a circa 25/30 cm da terra che vengono poi utilizzai per inserire il tubicino che inietterà il prodotto nella parete interna, le sacche formato flebo verranno appese a dei ganci in modo da rilasciare il prodotto lentamente. Quali sono i vantaggi dell’utilizzo di una barriera chimica per l’umidità di risalita? Il primo è sicuramente l’applicazione della tecnica che è rapido e può essere eseguito in maniera autonoma, il kit può essere utilizzato su quasi tutti i materiali, può essere applicato anche in spazi stretti ed angusti e non rilascia dispersione nell’ambiente.

Prodotti per umidità di risalita

Oltre che la barriera chimica esistono tanti prodotti collaterali che possono essere dei buoni freni al fenomeno dell’umidità di risalita, in primis tra i più diffusi ci sono dei particolari intonaci deumidificanti che hanno la peculiarità di assorbire e smaltire l’umidità verso l’esterno, oppure in alternativa esistono delle guaine isolanti che si applicano all’interno della parete per creare un freno meccanico al fenomeno, oppure infine le varie aziende hanno creato dei kit a siringa per iniezione diretta del prodotto.

Isolamento Termico All posts
Nuovo presidente ANPE

Nuovo presidente ANPE Isolamento termico

ANPE Assemblea e rinnovo cariche sociali , eletto il nuovo Presidente Si è svolta a ...