Barriera al vapore per tetti, a cosa serve?


Molte volte si è sentito parlare della cosiddetta barriera al vapore, ma non si è mai ben compreso a cosa possa servire effettivamente; con questo articolo cercheremo di fare chiarezza, illustrando non solo la sua funzione, ma anche determinate soluzioni sviluppate ed utilizzate al giorno d’oggi. Una barriera al vapore, solitamente risulta essere formata da una speciale membrana, il cui scopo è quello di offrire protezione ed evitare che si possa formare umidità di condensa; per far si che questo avvenga, elementi del genere sono formulati con materiali che resistono all’acqua ed abbiano forti componenti impermeabili. Al giorno d’oggi, anche grazie alle moderne tecnologie ed alla continua ricerca di materiali innovativi, sono state sviluppate ottime soluzioni, ma è pur vero che in queste circostanze quello che conta molto è l’installazione, è opportuno affidarsi a chi sa realmente dove metter mani, altrimenti nel caso di un lavoro non effettuato a regola d’arte, non mancherebbero affatto i problemi, uno di questi è rappresentato dalla formazione di umidità di condensa.


Le barriere al vapore sono davvero la soluzione giusta?

Dare una risposta a bruciapelo non è certo semplice, soprattutto se consideriamo che la cosiddetta barriera al vapore materiale può essere realizzata con differenti accorgimenti, motivo per cui, è bene sottolineare che esisteranno pro e contro.Soluzioni di questo tipo sono perfette, ma prima di poterle scegliere, sarebbe buona cosa capire se possano soddisfare le nostre aspettative, valutando ad esempio l’esposizione dell’edificio, così come anche il clima e perché no, le abitudini di chi ci vivrà al suo interno.Arrivati a questo punto, forse è bene fare una bella distinzione in base al clima, semplicemente perché una barriera a vapore si comporta alla grande in periodi freddi, infatti, soprattutto a Nord, sono in molti a scegliere tale soluzione.Si nota con estrema semplicità, come l’isolante sarà protetto, dall’azione di ingresso del vapore acqueo proveniente per l’appunto dalle parti più calde della muratura; la soluzione dunque è perfetta, non si verifica alcun problema ed avremo un controllo totale della situazione garantendo un confort abitativo ottimale.I veri grattacapi potrebbero arrivare nei mesi più caldi, basti pensare all’estate, una stagione particolare, ove si verifica un forte innalzamento dell’umidità relativa all’ambiente circostante; se prendiamo le regioni a Sud, la situazione potrebbe diventare davvero delicata.Esistono murature che dalla loro vantano un’ottima traspirabilità, ma anche in questo caso si potrebbe formare umidità di condensa, addirittura nel lato opposto della nostra barriera al vapore, questo significherà prendersi gioco di ogni sforzo e soluzione, perché l’isolante rischierà di danneggiarsi progressivamente.In altri frangenti, invece, troviamo condizioni in cui è presente già acqua all’interno della muratura, questa può essere dovuta ad umidità di risalita ed in base a dati statistici queste situazioni del genere portano molto spesso alla rottura di tubazioni, oppure in casi più estremi delle grondaie.Quindi la barriera vapore ,specialmente sui tetti, è di per se una soluzione indispensabile per la salvaguardi e la durabilità nel tempo del materiale isolante, ma la sua installazione, così come anche le caratteristiche stesse, dovranno variare in base a tantissimi fattori; un esperto del settore dovrebbe essere in grado di effettuare un controllo specifico della abitazione, valutandone l’esposizione ed il clima, per poi consigliare una scelta ottimale per l’esigenza specifica.

Barriera al vapore scheda tecnica e materiale

Al giorno d’oggi la barriera vapore può essere di differenti tipologie, a volte se ne trovano in commercio sotto forma di rotoli; queste speciali membrane possono essere ritagliate in base a quelle che saranno le dimensioni occorrenti, le barriere al vapore polietilene sono le più diffuse in commerci e le più utilizzate anche per il rapporto qualità prezzo. A dire il vero sono di una semplicità unica e da un punto di vista economico non sono nemmeno dispendiose considerando il ruolo chiave che svolgono;  ormai in tutti gli interventi di isolamento sono molto utilizzate sia per isolare al meglio un pavimento, che per sistemare tetto e solaio.I materiali delle barriere vapore sono molteplici, possono cambiare in base alla tipologia ed anche all’azienda che ha lavorato al loro sviluppo, ma il più delle volte viene applicato al materiale chiave uno strato compatto in bitume, un materiale appositamente studiato ed ottimizzato per coperture di tetti.Se invece ci troviamo ad intervenire su pareti, qui il prodotto cambia, infatti, è possibile trovarlo  sotto forma di pannelli, semplici da posare ed in grado di offrire protezione, si possono tinteggiare senza alcun problema ed il risultato finale è strabiliante ; in commercio ormai si trovano svariate soluzioni e proposte c’è davvero l’imbarazzo della scelta, l’importante è valutare con cura la tipologia di intervento lo spessore della barriera al vapore ed affidarsi ad esperti del settore certificati.

Isolamento Termico All posts
Nuovo presidente ANPE

Nuovo presidente ANPE Isolamento termico

ANPE Assemblea e rinnovo cariche sociali , eletto il nuovo Presidente Si è svolta a ...